Consorzio Gargano Agrumi

logo_agrumi

Benvenuti nel Consorzio Gargano Agrumi

 

Il Consorzio “Gargano Agrumi” di Tutela dell’Arancia del Gargano IGP e Limone Femminello del Gargano IGP si è costituito nel 2001. Attualmente al Consorzio aderiscono più di 50 operatori economici, tra produttori agricoli, confezionatori e trasformatori, per una superficie complessiva di circa 100 ha. L’attività del Consorzio è finalizzata alla valorizzazione e tutela delle produzioni agrumarie riconosciute nel marchio IGP e circoscritte, come da disciplinare, nei comuni di Rodi Garganico, Ischitella e Vico del Gargano.

Il Consorzio svolge attività di controllo e vigilanza sui soci sul rispetto  di tutte le disposizioni relative alle produzioni tutelate, fornisce ai soci l’assistenza necessaria al conseguimento delle certificazioni di prodotto e promuove azioni volte a promuovere studi ed iniziative per migliorare ed incrementare la produzione di agrumi certificati.

producer

I Prodotti tradizionali del Gargano

 

Il Gargano è terra antica intrisa di tradizioni secolari che si basano sulla natura del suo territorio e che da esso traggono linfa vitale. Le tipicità e peculiarità della cultura garganica vengono riprese fedelmente nelle produzioni alimentari che si sono tramandate fino ai nostri giorni e che costituiscono oggi un tesoro di inestimabile valore. L’eccellenza di alcune di queste produzioni è stata evidenziata e confermata anche da organizzazioni che fanno della ricerca dell’eccellenza l’obiettivo strategico del loro operare. Un esempio può essere quello di Slow Food che ha individuato all’interno del territorio garganico alcune produzioni che hanno meritato particolari certificazioni e presidi.

Gli Agrumi del Gargano

 

L’area del Gargano annovera delle produzioni agrumarie uniche e rare: l’Arancia del Gargano IGP e il Limone Femminello del Gargano IGP. L’ Arancia del Gargano IGP è prodotta e confezionata in un territorio compreso tra i comuni di Vico del Gargano, Rodi Garganico e Ischitella. La particolarità del prodotto è data dal suo periodo di maturazione che avviene a fine aprile-maggio e talvolta anche agosto, in netta controtendenza con le altre aree agrumicole italiane. La durevolezza è un’altra caratteristica dell’arancia IGP, che, in tempi passati, le consentiva di viaggiare anche per 30-40 giorni verso gli Stati Uniti senza subire danni e rimanendo completamente intatta nel gusto e nella forma. Ne esistono due varietà: “Biondo comune del Gargano” e “Duretta del Gargano”.

Il Limone Femminello del Gargano IGP è il limone più antico di Italia. Esso è caratterizzato da una scorza sottile che fa da involucro alla polpa ricca di succo. Essendo fregiato del marchio IGP, il Femminello, non può essere portato a maturazione con tecniche artificiali e ciò,  è sinonimo di qualità e genuinità. Il clima mite, la vicinanza del mare, la posizione assolata, creano, in questa zona settentrionale del Gargano,  le condizioni ideali per la produzione .

Quella della coltivazione degli agrumi del Gargano è una storia importante, che affonda le sue radici fin dall’antichità e che vide il suo massimo splendore economico nell’Ottocento, attraverso il commercio marittimo dei prodotti effettuato da note società agrumarie che viaggiavano per mare, esportando gli agrumi garganici sui mercati esteri, conquistando i palati più nobili e diventando i prodotti italiani d’eccellenza più apprezzati e conosciuti nel mondo, immancabili delizie sulle tavole reali europee ed americane.

Ciò che ancor oggi affascina è ciò che contraddistinse gli agrumi del gargano.  Non solo la loro indiscussa qualità ma la strategia pubblicitaria, fortemente identificativa del territorio,  adottata dalle società agrumarie per valorizzare e posizionare i prodotti oltreoceano. La vastità e la varietà della scelta iconografica che contraddistingueva i raffinati incarti e gli slogan promozionali, contribuirono al successo del prodotto. Da notare anche la cura nella presentazione del prodotto, e l’attenzione per il lavoro di confezionamento. Le cassette di legno venivano prodotte a mano. Le immagini più utilizzate raffiguravano ed interpretavano il periodo storico dell’epoca: fine Ottocento, Belle Époque, Ventennio fascista. La simbologia largamente utilizzata spaziava dal mondo mitologico a quello legato all’economia della navigazione e commercio. Oltre alle immagini simboliche, numerose anche le locandine che rappresentavano scorci di vita reale, con riferimento alle tradizioni popolari delle donne del Gargano e suggestivi paesaggi romantici rappresentati dai tramonti, la luna, il porto . Merletti e carte pizzo testimoniavano la consuetudine femminile dell’arte del merletto. I tipi di bellezza muliebre erano riferibili soprattutto alla tradizione garganica, napoletana e siciliana, ma anche a tutte le altre regioni italiane (figurine di ragazze con i costumi tipici delle varie province).

phone +39 0884 966168
email   info@garganoagrumi.com
pin    Via Varano, 11
71012 Rodi Garganico (FG)

Contenuto Bloccato se non si accetta la Cookie Policy  

Chi c'é online

1 visitatori online
0 ospiti, 1 bots, 0 membri
Map of Visitors